Undefined Illusion BBS di Mirko Tuccitto
via Salvatore Monteforte, 12/A - 96100 Siracusa (SR)
tel/fax 0-931.702.385 - Cellulare 3-931.702.385
C.F. TCCMRK76P18I754G - P.Iva 01307400893
C.C.I.A.A. 117509 al Registro Imprese di Siracusa

 

:!: Nota: questo sito utilizza cookie di sessione per motivi tecnici. Non c'è profilazione dell'utente

Apparati per il Voice over IP

:!: A partire dalla data del 15 marzo 2006 avvertiamo che l’assistenza sui servizi Voice over IP sarà fornita principalmente in outsourcing verso gli attuali rivenditori e business partner dei servizi VoIP piuttosto che direttamente agli utenti finali. Se siete clienti di una soluzione Voice over IP Wooow Vi invitiamo a rivolgerVi direttamente al Vostro rivenditore di fiducia per l’assistenza sui servizi. Sarà cura del rivenditore contattarci per la realizzazione di soluzioni specifiche o l’analisi per l’assistenza tecnica professionale.

Introduzione

Il primo passo verso l’integrazione dei servizi Voice over IP con il sistema telefonico esistente consiste nel fare in modo che tutto il sistema di telefonia sia indipendente dall’hardware e dal software eventualmente disponibile.

Per questo motivo di pari passo con le nostre soluzioni per il Voice over IP noi proponiamo dei componenti hardware tali da consentire di utilizzare gli impianti telefonici esistenti o di creare un nuovo sistema di telefonia a basso costo.

Infatti proponiamo l’uso di adattatori per telefoni analogici: dei “box” che, presa la connessione ADSL, si limitano a fornire il servizio di telefonia attraverso dei comunissimi telefoni analogici, in maniera da restare totalmente autonomi rispetto al sistema IT eventualmente presente.

I prodotti AVM

AVM è un’azienda che produce, tra l’altro, i prodotti della serie “Fritz!Box”, che sono degli adattatori per la telefonia analogica integrata, e che svolgono tutta una serie di funzioni legate non solo ai servizi di telefonia.

Grazie a questi apparati è possibile utilizzare il Voice over IP con dei normali telefoni analogici, oppure integrarsi facilmente ad impianti a centralino esistenti.

:!: ATTENZIONE: I terminali collegati a FON1 e FON2 non possono accedere alla linea fissa se l’apparato è spento (es. in caso di blackout) e pertanto non è consigliabile usare l’interfaccia VoIP per collegare sistemi di sicurezza telefonica quali antifurti o sistemi di telesoccorso.

Tutti gli apparati AVM hanno le seguenti caratteristiche:

  • compatibili con lo standard VoIP SIP;
  • integrabili con la linea telefonica esistente (vedi più avanti);
  • due uscite di telefonia (FON1 e FON2) analogiche attestate sulla telefonia su IP;
  • alcune funzioni basilari di PBX, tra cui trasferimento di chiamata condizionato;
  • possibilità di gestire il carrier di telefonia fissa attraverso un prefisso (10xxx);
  • blocco selettivo delle chiamate in uscita in base a regole;
  • smistamento selettivo delle chiamate in uscita a VoIP o rete fissa in base a regole;
  • smistamento selettivo delle chiamate in entrata in base a regole, o separando due o più abbonamenti VoIP e la rete fissa su diversi fasci;
  • identificazione del chiamante (se supportato dalla società di telefonia fissa o VoIP);
  • accesso alla rete fissa dai terminali VoIP attraverso un codice numerico (*11#);
  • possibilità di collegare alla porta LINE un interfaccia GSM→Analogica (Telefono GSM industriale);


Inoltre:

  • Gli apparati collegati attraverso Ethernet non necessitano di alcuna installazione sul computer o sui computer del cliente;
  • La configurazione del sistema avviene attraverso una semplice interfaccia Web, utilizzabile con moltissimi browser (noi configuriamo con Mozilla Firefox sotto Linux!);
  • Il sistema funziona in maniera del tutto indipendente dalla presenza di un computer, e non è necessario che il computer sia acceso per telefonare o ricevere;
  • Le due uscite analogiche possono essere attestate (una o entrambe) come “linee esterne” su un impianto a centralino analogico o digitale (in alcune condizioni);


:!: ATTENZIONE: In “coda” agli adattatori AVM non è possibile collegare altri apparati che fanno uso del protocollo SIP (es. un ATA assieme ad un WLAN), né telefoni IP cablati o Wi-Fi1) e nemmeno programmi - come X-Lite Phone - che usano lo stesso protocollo2).

:!: NEWS: Finalmente abbiamo disponibile anche il nuovo apparato Fritz WLAN 7050 che consente di interfacciarsi direttamente anche alle interfacce BUS0/ISDN dei centralini digitali. A giorni pubblicheremo le caratteristiche tecniche dell’apparato e le condizioni d’uso rilevate dai nostri test.

Fritz!Box FON

Connessioni del Fritz Il “Fritz!Box FON” (o semplicemente Fritz) è un’apparato che svolge sia la funzione di adattatore di telefonia che quella di Router ADSL.

Il Fritz risulta essere la soluzione ideale in moltissime situazioni: anzitutto può operare “da solo”, e quindi fare da adattatore di telefonia in quelle situazioni (ad es. in alcuni casi di installazione in ambito domestico) in cui non è prevista la presenza di un computer; la funzionalità di modem ADSL attraverso USB o Ethernet consente di utilizzarlo per la connessione ad internet di una singola postazione; naturalmente l’uso attraverso la porta ethernet direttamente su un hub/switch consente di usarlo per la funzione di router su una rete LAN.

Il Fritz dispone inoltre di alcune caratteristiche peculiari, tipiche dei router ADSL, che consentono di utilizzarlo a livello professionale anche per l’accesso ad internet:

  • supporta ADSL multiprotocollare: PPPoE, PPPoA/VC Mux, PPPoA/LLC Snap;
  • supporta ADSL su IP statico di tipo Classical IPoA (RFC 1483);
  • dispone della funzione “bridge” per operare come un modem ADSL ethernet, oltre alla normale funzione “route”;
  • consente di effettuare il NAT di porte TCP/UDP;
  • dispone di funzionalità ristrette di firewall (blacklist, IGMP e close-door);
  • offre un server DHCP interno (ma escludibile, se necessario) con range configurabile;


Il Fritz mette a disposizione una serie di interfacce e caratteristiche, nel dettaglio:

  • porta Ethernet 100 Base-TX (autosensing) per collegarsi ad un singolo PC o ad un Hub senza bisogno del cavo cross;
  • interfaccia USB1.1/2.0 per collegarsi ad un singolo PC;
  • ingresso ADSL di tipo RJ-45 (potete comunque agganciarci un normale cavo telefonico RJ-11: funziona lo stesso ndG);
  • due uscite (FON1 e FON2) per due telefoni, cordless, fax o terminali analogici in genere;
  • supporta il transito delle comunicazioni dati/fax sul VoIP (se supportato dalla società di telefonia VoIP);


Fritz!Box WLAN

Connessioni del WLAN Il “Fritz!Box WLAN” (o semplicemente WLAN) di fatto ha le stesse caratteristiche del Fritz!Box FON, alle quali si affianca un’interfaccia di rete WI-FI compatibile con le specifiche IEEE 802.11g (54Mbit/s) per consentire la connessione ad internet anche di computer portatili e palmari equipaggiati con schede di rete Wi-Fi compatibili.

Il WLAN rappresenta la soluzione ideale in quelle situazioni nelle quali una rete è esistente e si vuole aggiungere la funzionalità Wi-Fi, nella quale è stata progettata la rete con AP Wi-Fi o nell’ambito domestico in cui l’unico computer disponibile è un laptop e in questo modo si libera il cliente dalla necessità di essere collegato al Fritz attraverso un cavo.

Naturalmente l’interfaccia WLAN può venire disabilitata qualora se ne prevedesse l’uso in un momento successivo.

Oltre a tutte le caratteristiche del Fritz, per quanto concerne l’intefaccia Wi-Fi, dispone anche di queste caratteristiche:

  • Protezione delle transazioni di rete a mezzo di chiave WEP o WPA;
  • Filtro MAC ADDRESS;
  • Regolazione della potenza del segnale Wi-Fi su una scala da 1 a 8;
  • SSID personalizzabile;
  • Propagazione del DHCP sul Wi-Fi;
  • Modalità Ad-Hoc ed Infrastructure, per funzionamento anche come “ponte wi-fi”;


Nuovo Fritz!Box WLAN 7050

Connessioni del 7050A tutti quei clienti che possiedono un impianto di telefonia a centralino (PBX e PABX) digitale ISDN annunciamo l’arrivo del nuovo FRITZ 7050: l’apparato che, pur integrando le stesse funzionalità di base del Fritz!WLAN aggiunge:

  • una terza linea analogica VOIP su morsetti;
  • una seconda porta ethernet (Per gaming on-line o altre caratteristiche);
  • un BRI ISDN BUS0 per integrarsi direttamente all’impianto a centralino ISDN

Finalmente è possibile usufruire del servizio direttamente con l’impianto esistente, senza bisogno di grossi investimenti per la modifica dell’impianto di telefonia esistente.3)

Fritz!Box ATA

:!: Abbiamo riscontrato alcuni problemi tecnici con gli ATA, clickate qui per avere maggiori informazioni.

Connessioni dell'ATAIl Fritz!Box ATA (o semplicemente ATA) è il più semplice adattatore telefonico disponibile per il VoIP: si limita ad attestarsi su una rete esistente (servita da modem ethernet o da un router già presente).

Offre naturalmente qualche funzionalità in meno rispetto al Fritz ed al WLAN, in particolare riguardo ai servizi inerenti la connessione ADSL.

L’ATA si autoconfigura sulla rete LAN esistente attraverso il DHCP (che gli deve fornire un indirizzo IP/Netmask, ma anche un gateway per l’accesso ad internet ed almeno un indirizzo DNS) e supporta il DNS/routing non autoritativo (DNS:IP del gateway); ma può comunque essere configurato manualmente sulla rete attraverso la sua interfaccia Web (se sulla rete non c’è nessun DHCP, l’ATA risponde ad un indirizzo fisso, di solito il 192.168.178.254, ma riferitevi al manuale tecnico perché quest’informazione può cambiare a seguito di un aggiornamento della revisione firmware).

Riguardo alle funzionalità di telefonia, dispone delle stesse caratteristiche dei “cugini” Fritz e WLAN.

Altri apparati

Stiamo sperimentando alcuni apparati di telefonia su IP della Linksys (nello specifico abbiamo a disposizione un LinkSys PAP-2 che stiamo verificando in questi giorni) e della d-link. Per informazioni sulle nostre analisi con il PAP-2 potete visitare la specifica pagina sull'area "guide e manuali".

Se siete agenti o rappresentanti di altri prodotti per la telefonia su IP, potete contattare il nostro partner commerciale OnServices all’indirizzo info@onservices.it: saremo lieti di analizzare anche le Vostre soluzioni.


Guide e riferimenti rapidi

Per le guide, i manuali ed i riferimenti rapidi relativi alle attrezzature VoIP, riferitevi alla nostra area guide e manuali su questo Wiki.

Nell’area sono presenti anche i codici errore eventualmente riscontrabili nei log dei prodotti AVM.

1) dovrebbero poter funzionare gli apparati che usano altri standard, come i telefoni Skype o IAX, ma non abbiamo ancora effettuato dei test sull’argomento; i telefoni USB per Skype collegati al PC funzionano, Skype installato sui PC funziona
2) Per informazioni sulle soluzioni PBX software e IVM, consultate l'area specifica PBX di questo Wiki
3) Potrebbe, ma non è detto, essere necessario comunque programmare diversamente l’impianto a centralino e, di norma, questa operazione deve essere effettuata da personale autorizzato o da chi ha montato l’impianto. Questa situazione è comunque estremamente rara perché l’impianto fornisce sul BRI ISDN una normale linea EURO-ISDN che l’impianto a centralino vede in maniera trasparente
 
  voip/fritz.txt · Ultima modifica: 30/03/2006 15:46 by 82.57.32.205 (grizzly)
 
Feed RSS delle modifiche recenti Creative Commons License Tophost ha reso possibile questo sito Powered by PHP Valid XHTML 1.0 Valid CSS Driven by DokuWiki
Copyright © 1986, 2006 by Grizzly aka Mirko Tuccitto
Pagina generata in 0.33264684677124 secondi